mercoledì 13 maggio 2009

ricette per paste modellabili fatte in casa

ricette

PASTA DI MAIS
Gli ingredienti:
1 tazza di maizena, 1 tazza di colla vinilica, 1 cucchiaio di olio di vasellina, 1 cucchiaino di succo di limone

Lavorazione per la preparazione della pasta
Mettete in un pentolino antiaderente tutti gli ingredienti e mescolate bene con un cucchiaio di legno: fate cuocere a fuoco molto basso per qualche minuto, continuando a mescolare. Quando vedrete la pasta staccarsi da sola dalle pareti del pentolino togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.Impastate con le mani per qualche minuto, finche’ la pasta non asume un aspetto elastico.Per conservarla avvolgete bene la pasta nella pellicola trasparente che metterete poi all’interno di un sacchetto di plastica, chiudetelo bene in modo da non far passare aria e in questo modo manterra’ la sua morbidezza piu’ a lungo.

Colorazione della pasta
Potete lavorare con la pasta bianca e poi procedere alla colorazione a lavoro ultimato con l’utilizzo dei colori acrilici. Una volta che il colore acrilico si e’ asciugato completamente ( secondo me e’ preferibile lasciare asciugare almeno per 6 ore) passare un lucidante o cristallizzante. Questa procedura e’ indicata per chi ha praticita’ e dimestichezza con i pennelli e la pittura!!!!!
Per ottenere la pasta già colorata, dovete prendere un pezzetto di pasta bianca, aggiungere del colore acrilico e impastare fino a che il colore non diventa omogeneo.anche in questo caso dopo aver lavorato la pasta, una volta asciutta, passare una mano di cristallizzante o lucidante.


PASTA DI RISO

Ingredienti:


200 g di polvere di riso che si ottiene macinando il riso con il macinacaffe' classico
5 cucchiai di vinavil o colla vinilica
100 g di gesso
200 g di farina
1 cucchiaio di olio di semi
200 g di acqua ben calda (1 bicchiere)
50 g di borotalco

preparazione

Mescolare in una terrina 200 gr di polvere di riso, 200 gr di farina, 100 gr di gesso, 50 gr di borotalco.
Sciogliere 4 cucchiai di colla vinilica e 1 di olio di semi in un bicchiere di acqua ben calda calda e versarlo sopra il composto delle polveri appena fatte. Girare con un cucchiaio di legno, fino ad ottenere un impasto omogeneo e compatto

Nel caso in cui l'impasto risultasse troppo duro ammorbidirlo con acqua e reimpastarlo. Se risultasse troppo morbido o troppo liquido lasciare per qualche ora all'aria e impastare di tanto in tanto;

una volta lavorato i vostri lavori devono essere lasciati ad essiccare per 2 giorni ( 48 ore), in quanto come la pasta di mais asciuga all'aria

Colorazione della pasta

Potete lavorare con la pasta bianca e poi procedere alla colorazione a lavoro ultimato con l’utilizzo dei colori acrilici. Una volta che il colore acrilico si e’ asciugato completamente ( secondo me e’ preferibile lasciare asciugare almeno per 6 ore) passare un lucidante o cristallizzante. Questa procedura e’ indicata per chi ha praticita’ e dimestichezza con i pennelli e la pittura!!!!!
Per ottenere la pasta già colorata, dovete prendere un pezzetto di pasta bianca, aggiungere del colore acrilico e impastare fino a che il colore non diventa omogeneo.anche in questo caso dopo aver lavorato la pasta, una volta asciutta, passare una mano di cristallizzante o lucidante.

Ricetta pasta di legno


Ingredienti
300 g di farina
100 g segatura setacciata
100 g di polvere di ceramica (in alternativa usate 100 g di cemento bianco)
colla vinilica
1 cucchiaio di olio di semi
acqua ben calda

procedimento

Versate in una scodella 300 g di farina, 100 g di segatura setacciata, 100g di cemento bianco o polvere di ceramica (o cemento) e mescolte bene .
Sciogliete 3 cucchiai di colla vinilica e 1 cucchiaio di olio di semi in un bicchiere di acqua calda e versate il tutto al centro delle polveri mescolate in precedenza.
Amalgamate il composto mescolando, se ce ne fosse bisogno aggiungete ancora un po’ di acqua ben calda. L' impasto deve presentarsi ne’ troppo solido, ne’ troppo liquido. Raggiunta la consistenza ottimale conservate l'impasto sottovuoto o avvolto in un sacchetto di plastica e in frigorifero. Si modella e si colora come la pasta di sale ed si asciuga all'aria.

5 commenti:

  1. grazie per la ricetta... con la pasta di masi non vado molto d'accordo, proverò la tua ricetta e ti farò sapere!

    ciao elisabetta

    RispondiElimina
  2. Visto che sei venuta a sbirciare il mio blog io sono venuta a sbirciare il tuo ;)
    Complimenti per i tuoi lavori e sono felice che la mia collana sulla rivista "Monili...." ti sia piaciuta.
    Bellissima l'idea delle ricette!
    Ti abbraccio. Emanuela

    RispondiElimina
  3. Accidenti che gran produzione!
    Quanto lavorare!
    Ti auguro ogni bene e una GRAAAAANDE vendita.
    Grazie per la visita al mio blog.
    Ciao.

    RispondiElimina
  4. Ciao!
    grazie per queste ricette, ho una domanda da farti;
    io utilizzo la pasta di mais e devo dire che mi trovo molto bene.
    conosco molto bene la plasticità e la avvicinerei a quella del pongo come metodo di lavoro.
    la pasta di riso e di legno, come le definisci come consistenza?
    ciao e grazie!

    AndreA

    RispondiElimina
  5. Ottima l'idea delle ricette !Proverò a fare la pasta di riso con la mia nipotina.
    Ciao e grazie !

    RispondiElimina